WRA Half Marathon

WRA Half Marathon

La prima edizione della White Marble Marathon e WRA Half Marathon iniziano nel migliore dei modi: giornata splendida con un bellissimo sole che inizia a scaldare i muscoli degli atleti infreddoliti dalla temperatura invernale della mattina (3 gradi!!!). Aspetto Andrea e Simone che arrivano puntuali, ci cambiamo e iniziamo il riscaldamento. Alla partenza niente inno nazionale, ma il successo del momento del mio concittadino più famoso, Francesco Gabbani. Ore 9, si parte, la festa ha inizio. Andrea prende subito la testa, io da dietro lo guido (conosco bene il percorso…). I primi km servono per mettere il motore a regime, scegliamo la parte di percorso esposta al sole e via. dopo 6 km su torna sul lungomare e da qui in poi è un lunghissimo rettilineo, più di 10 km, completamente piatti e a 20 metri dal mare. Al km 9 mangio un gel, che mando giù bevendo acqua al successivo ristoro. Guardo il Garmin, 4:49 di media…bene, avanti cosi!!! Al km 11 Andrea accellera e lo incito ad andare. Mantengo il mio ritmo e vado, mi sento bene e non ho pensieri se non quello di non esagerare. La media migliora ancora, siamo a 4:46, faccio il mio km più veloce, a 4,37..bene!!
Curva a 90 e si torna indietro per gli ultimi 5 km, la stanchezza si fa sentire ma non mollo.
Il percorso si ributta sul lungomare, mancano 2 km, la media si abbassa ancora, 4:44!! Stringo i denti e affronto l’ultimo km spingendo al massimo (4:32) ed ecco laggiù l’arrivo.
Ultima volata e vai…è finita!!! Blocco il Garmin e guardo il tempo: 1:39:34!!! Personal Best!!! Vedo Andrea che mi ha preceduto di un paio di minuti, ci abbracciamo felici e, appena recuperato il respiro normale, ci buttiamo sul ristoro, curato dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero. Ci sfondiamo di crostata e dolce al cioccolato, tè caldo e sali minerali. Aspettiamo un po’ e poi andiamo verso il punto di ritrovo della Navetta (siamo a Marina di Massa e dobbiamo tornare a Marina di Carrara). Nota dolente, forse l’unica della giornata: più di mezz’ora di attesa per la navetta.
Conclusione: nonostante sia la prima edizione, posso dire che l’organizzazione è stata impeccabile, prima della partenza si poteva usufruire dei bagni e spogliatoi del campo di atletica, ampi parcheggi per le auto…e una medaglia bellissima, in marmo bianco di Carrara, il più famoso del mondo.
Sono felice per il mio tempo e perché era la prima gara che facevo da Isolarunner…grazie Giuseppe, grazie ragazzi.
Grazie Andrea e Simone per la splendida compagnia.
Al prossimo anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...